• 16

Educazione emotiva, tecniche di rilassamento e stile di vita per gestire la rabbia e migliorare la salute mentale e fisica

L’incapacità di gestire la rabbia può portare a conseguenze negative per la salute mentale e fisica di una persona. Quando una persona non è in grado di controllare la propria rabbia, può causare danni a se stessa e alle persone intorno a lei.Il ruolo dell’ossidazione del colesterolo nelle malattie cardiovascolari

Le cause dell’incapacità di gestire la rabbia possono essere molteplici. Una di queste cause è l’assenza di insegnamento di gestione delle emozioni. A molte persone non è stato insegnato ad esprimere in modo sano le loro emozioni, compresa la rabbia. Di conseguenza, quando sentono rabbia, possono reagire in modo impulsivo e distruttivo.
Alcune famiglie adottano l’aggressività come metodo di risoluzione dei conflitti e questo esempio funge da insegnamento di base inadeguato per la gestione della rabbia. I bambini cresciuti in famiglie in cui i membri urlano, insultano o usano la violenza per risolvere i problemi, possono imparare a comportarsi allo stesso modo quando diventano adulti. Questo tipo di ambiente, se nega l’accoglienza ad altre emozioni, può anche trasmettere ai bambini che la rabbia sia l’unica emozione accettabile da esprimere, mentre le altre emozioni, come la tristezza o la paura, devono essere nascoste o negate.
Altre cause di una mal gestione della rabbia possono essere esperienze traumatiche o stressanti, che portano alla crescita di un’ira incontrollata. Ad esempio, le persone che hanno subito abusi, violenze o negligenze possono sviluppare una rabbia incontrollabile come meccanismo di difesa per proteggersi da ulteriori danni.
Anche lo stress cronico, come quello causato dalla disoccupazione o dai problemi finanziari, può causare irritabilità e rabbia proprio a causa di una situazione che altera le capacità di controllo.
Infine, anche le abitudini negative di pensiero possono contribuire all’incapacità di gestire la rabbia. Ad esempio, le persone che hanno pensieri negativi sulle situazioni o sugli altri possono provare sentimenti di rabbia ed intolleranza maggiori rispetto a coloro che sono in grado di vivere le situazioni con un sano distacco.
Di base è comunque importante ricordare che l’educazione sulla gestione delle emozioni è fondamentale per aiutare le persone a gestire la propria rabbia e altre emozioni in modo sano. È importante che le famiglie e le scuole insegnino ai bambini a riconoscere e ad esprimere in modo appropriato le loro emozioni, al fine di prevenire danni futuri. Lavorare sulla capacità di gestione di questa emozione è possibile affrontando diversi aspetti della faccenda. Occorre lavorare sulla capacità di riconoscere e gestire le emozioni, sulla capacità di comunicazione, sullo ” spegnere gli stimoli alla rabbia”, sull’elaborazione delle cause del sentimento di rabbia.

Lo yoga, la meditazione e altre tecniche di rilassamento possono essere utili nel ridurre lo stress e la rabbia.
Infine, alimentazione e stile di vita influiscono in modo importante sulla nostra capacità di gestire le emozioni. Ricordiamo che la regolazione delle emozioni e l’impatto che queste hanno sulla nostra vita dipendono direttamente dal nostro stato fisico e mentale di base.
Lavorare sulla gestione della rabbia può cambiare la vita.

Bibliografia:

  1. “The Anger Management Workbook: Use the STOP Method to Replace Destructive Responses with Constructive Behavior” di W. Robert Nay
  2. “Anger Management for Everyone: Seven Proven Ways to Control Anger and Live a Happier Life” di Raymond Chip Tafrate e Howard Kassinove
  3. “The Dance of Anger: A Woman’s Guide to Changing the Patterns of Intimate Relationships” di Harriet Lerner
  4. “Overcoming Anger and Irritability: A Self-Help Guide Using Cognitive Behavioral Techniques” di William Davies
  5. “The Anger Trap: Free Yourself from the Frustrations that Sabotage Your Life” di Les Carter e Frank Minirth
  6. “Anger Management: A Practical Guide” di Michael Linden
  7. “Anger Management: The Complete Treatment Guidebook for Practitioners” di Howard Kassinove e Raymond Chip Tafrate
  8. “The Cow in the Parking Lot: A Zen Approach to Overcoming Anger” di Leonard Scheff e Susan Edmiston
  9. “The Language of Emotions: What Your Feelings Are Trying to Tell You” di Karla McLaren
  10. “Managing Anger: Simple Steps to Dealing with Frustration and Threat” di Gael Lindenfield.

Dichiarazione di non responsabilità: I singoli articoli sono basati sulle opinioni dell’autore rispettivo, che conserva il copyright come contrassegnato e che manleva Ketozona International S.r.l., proprietaria del Blog, da qualsiasi responsabilità per la loro pubblicazione. Le informazioni contenute in questo sito Web non intendono sostituire una relazione uno a uno con un operatore sanitario qualificato e non sono intese come consulenza medica. L’intero sito ha come obiettivo la condivisione di conoscenze e informazioni provenienti dalla ricerca e dall’esperienza dei singoli Autori, affinché i lettori abbiano una visione disincantata, scientifica, trasparente e ampia della materia e perché possano avere capacità critica ed autonomia decisionale sulla propria salute attraverso gli strumenti loro forniti, atti a concordare con un operatore sanitario qualificato l’intervento terapeutico adatto.