Alla fine di ogni anno siamo soliti analizzare gli eventi dell’anno trascorso e stilare nuovi propositi per quello a venire, perché possa essere migliore. Quello che suggerisco per il 2019 è il proposito padre di tutti gli altri: trovare l’essenza del libero pensiero .

Sembra banale, eppure avere un pensiero libero e non condizionato pare essere oggi impossibile. Immagino che molti di voi, leggendo il titolo e conoscendo gli argomenti solitamente trattati in questa sede, abbiano associato l’elefante all’aumento di peso. Invece no. Oggi vi voglio parlare di un diritto nobile quanto quello alla salute e, come questo, anch’esso troppo spesso violato: il diritto alla libertà .

Di recente il Dr. Limontini, esperto di medicina cellulare, intervenuto ad uno degli eventi di presentazione dei prodotti della linea Dr. Caletti MD Nutritionist™ora Ketozona™, ha riportato un esempio geniale per indicare quanto sia semplice essere schiavi della stessa società, delle propagande e dei messaggi che ci vengono instillati, per interessi molteplici fin dalla nascita, da tutti i mezzi di comunicazione che ci circondano. Per non parlare della schiavitù che colpisce molti di noi, che si ritengono liberi di poter mangiare quello che più aggrada loro, senza comprendere realmente che le loro scelte sono dettate dalla continua ricerca di glucosio, che provoca una vera e propria dipendenza .

Sapete come fanno in India ad addomesticare un elefante? Sapete come fanno a renderlo incapace di liberarsi e scappare? Non per mezzo di catene indistruttibili, non per mezzo di gabbie resistenti, bensì legando l’animale con una semplice catena alla zampa, a sua volta assicurata ad un paletto conficcato nel terreno. Sarebbe sufficiente che l’elefante, animale non di certo debole, strattonasse la catena per essere libero, eppure esso non lo fa, perché fin dalla nascita viene posto in quella condizione, è l’unica che conosce e l’unica che conoscerà. Ed è proprio così, senza alternativa non esiste scelta .

Potremmo porci come obiettivo per il 2019 proprio quello di avere un libero pensiero, un pensiero nostro, che possa essere arricchito, corretto, ma dalla nostra diretta conoscenza delle cose. È proprio la conoscenza infatti a permettere il pensiero . Dobbiamo scoprire le alternative, approfondire gli argomenti, ma soprattutto verificare e pretendere che dietro tutto ciò che ci viene detto o che viene scritto vi sia un reale fondamento scientifico. Già, perché affidarsi a ciò che gli “esperti” dicono non è sempre conveniente, affidarsi alle parole del giornalista che vuole lo scoop non è la scelta migliore.

Gli interessi della macchina dell’informazione sono spesso ben diversi dall’informare e quindi non resta che informarsi da sé, andare alla fonte, scoprire la reale interpretazione di una notizia. In fondo è questo l’obiettivo per cui il Dr. Caletti ed io abbiamo scritto il libro ” Le favole sull’alimentazione. Per mangiarTi meglio “: dare una fonte di verità cui attingere, anche se trattasi di verità scomoda .

Avremmo avuto più seguito se avessimo scritto le solite banalità che si scrivono in materia di salute e di alimentazione? Forse sì. Eppure noi siamo soddisfatti, perché i numeri ci dicono che le persone che hanno voluto capire di più sono tante e questo ci ha spinto a continuare sulla strada di quella che chiamo “informazione pulita”, pulita da interessi superiori, da meccanismi commerciali ed economici, pulita dall’interferenza delle grandi potenze in campo alimentare e farmaceutico.

Se dopo le feste avete deciso, quindi, di rimettervi in forma, cogliete l’occasione per farlo nel modo corretto. Non sprecate energie seguendo strade che con la salute hanno nulla a che fare. Sembra propagandistico chiedervi di approfondire consultando il sito internet www.drcaletti.com ? Non lo è, non vi sto vendendo nulla, vi sto solo regalando un’opportunità, l’opportunità di non perdere altro tempo, di fare della vostra vita ciò che volete voi.

Non facciamo la fine dell’elefante, liberiamoci dai bombardamenti mediatici, dall’informazione pilotata, dai messaggi continui da cui siamo subissati, liberiamoci per rendere libero il nostro pensiero e così le nostre scelte . Costruiamo la nostra vita con le nostre mani, non con quelle degli altri.

Auguro a tutti un 2018 di consapevolezza, salute e benessere. Rompete la catena, quella catena tanto fragile che può essere spezzata con un semplice “colpo di pensiero” .

Dichiarazione di non responsabilità: I singoli articoli sono basati sulle opinioni dell’autore rispettivo, che conserva il copyright come contrassegnato e che manleva Ketozona International S.r.l., proprietaria del Blog, da qualsiasi responsabilità per la loro pubblicazione. Le informazioni contenute in questo sito Web non intendono sostituire una relazione uno a uno con un operatore sanitario qualificato e non sono intese come consulenza medica. L’intero sito ha come obiettivo la condivisione di conoscenze e informazioni provenienti dalla ricerca e dall’esperienza dei singoli Autori, affinché i lettori abbiano una visione disincantata, scientifica, trasparente e ampia della materia e perché possano avere capacità critica ed autonomia decisionale sulla propria salute attraverso gli strumenti loro forniti, atti a concordare con un operatore sanitario qualificato l’intervento terapeutico adatto.